Mese: luglio 2018

IN/Arch per l’Architettura Sostenibile

Un Piano Formativo co-finanziato dal Fondo Sociale Europeo L’Architettura sostenibile racchiude in sé una molteplicità di aspetti interrelati, legati al costo (non solo economico) delle trasformazioni insediative, della loro incidenza sulle risorse e sui beni comuni, del loro modificarsi nel tempo, della loro capacità di incidere sui comportamenti e di generare relazioni ampie con il sistema urbano e territoriale, di produrre benessere, di confrontarsi con gli specifici caratteri dei luoghi e delle persone con cui dovrà interagire. I valori di sostenibilità  sono l’esito una strategia progettuale, e la loro misura discende da un bilancio complessivo, di molteplici fattori. Il...

Read More

Mattoncini

Gli archeologi ricostruiscono le civiltà scomparse osservando i resti materiali degli insediamenti e dei manufatti, perché esiste una relazione inscindibile tra la società e il suo involucro fisico. L’organizzazione dello spazio, dove stabiliamo le regole di convivenza, svolgiamo i riti sociali, trascorriamo la nostra vita privata, rappresenta il livello della nostra civiltà e la nostra capacità di progettare il futuro. Mi avrete già sentito fare queste considerazioni, tuttavia ritengo sia utile tenerle a mente e, ogni tanto, ripeterle. Vi è uno stretto intreccio tra il dispiegarsi della materialità degli spazi e degli oggetti piccoli e grandi che li compongono...

Read More

Il Congresso degli architetti (Roma 5/7 luglio)

Il Congresso Nazionale degli architetti (Roma 5/7 luglio2018) quest’anno l’ho seguito a distanza, dopo aver partecipato attivamente ai lavori per diverse edizioni. Devo esprimere al Consiglio Nazionale un giudizio molto positivo sul Congresso, partendo da una considerazione del tutto in controtendenza rispetto alla linea, spesso solo demagogica, dei nostri tempi e lo faccio ponendomi una domanda: è stato un congresso partecipativo? No per nulla. Bene, benissimo! In realtà non mi era particolarmente piaciuta la modalità usata nella giornata preparatoria che avevo seguito a Torino, dove l’unico coinvolgimento dialogante è stato a porte chiuse con i consigli del Piemonte (peraltro...

Read More

Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità

Fare architettura, progettarla, realizzarla, significa agire per la qualità della vita delle donne e degli uomini indipendentemente dalla loro origine, cultura, religione. Le città sono il luogo delle contraddizioni ma anche il luogo dove le differenze si incontrano generando progresso culturale e innovazione, lavoro e solidarietà, per questo fare architettura non può essere un mestiere di tecnica ed indifferenza, per questo fare architettura è un mestiere sociale, perchè deve generare le basi per favorire i processi di coesione. Per questo IN/Arch Piemonte, Istituto Nazionale di Architettura, aderisce all’appello di LIBERA. Chiunque può aderire all’iniziativa, per aderire attraverso IN/Arch Piemonte...

Read More

Iscrizione newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Per essere costantemente aggiornato sulle iniziative di IN/Arch Piemonte 

 

Iscrizione completata!