Mese: Gennaio 2019

Mattoncini. n.11

Il Giorno della Memoria. Il 27 gennaio di ogni anno ricorre il Giorno della Memoria. In questa data – fissata dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005 – si commemorano in tutto il mondo le vittime dell’Olocausto. Nello stesso giorno del 1945 fu liberato il campo di concentramento nazista di Auschwitz in Germania. Il Parlamento italiano aveva, però, istituito questa giornata già nel 2000. Noi, come sempre, abbiamo deciso di non rimanere in silenzio, consapevolmente, in coerenza con la storia e il ruolo del nostro Istituto. Abbiamo scelto – come forse ho già avuto modo di...

Read More

Architettura e memoria.

DISCIPLINA DELL’ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI DA PARTE DEI CITTADINI DI RAZZA EBRAICA Con Legge 29 Giugno 1939, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 2 Agosto 1939-XVIII, N. 179, sono state dettate le norme seguenti circa l’esercizio delle professioni da parte di cittadini di razza ebraica: CAPO I. Disposizioni generali Art. 1. L’esercizio delle professioni di giornalista, medico-chirurgo, farmacista, veterinario, ostetrica, avvocato, procuratore, patrocinatore legale, esercente in economia e commercio, ragioniere, ingegnere, architetto, chimico, agronomo, geometra, perito agrario, perito industriale, è, per i cittadini appartenenti alla razza ebraica, regolato dalle seguenti disposizioni. …… Successivamente, nell’Agosto dello stesso anno, una circolare ministeriale vietò...

Read More

NUOVA LINEA TORINO-LIONE TRA REALTA’ E IDEOLOGIA

L’opera su cui si discute oggi non è né TAV né TAC riducendosi al solo tunnel di base transfrontaliero di 57,5 km. L’accordo sottoscritto tra Italia e Francia il 30/01/2012 prevede la realizzazione di una tratta composta di tre parti: una di competenza francese con due tunnel ulteriori (Glandon e Belledonne) per 33 km; una di competenza italiana con un tunnel (Orsiera) per 19,5 km; il tunnel di base transfrontaliero di competenza di entrambe le parti. Però la Francia intende avviare gli studi per la sua parte (non la realizzazione) non prima del 2038; (1) l’Italia ha rinunciato al...

Read More

IL PUNTO DI NON RITORNO.

Confesso che provo un certo disagio a scrivere di TAV. Non perché non abbia le mie convinzioni, o non sia documentato. Piuttosto perché questo sta diventando un tema lacerante, che avverto divisivo anche con molte persone con cui ho condiviso idee ed impegno. Sì TAV, No TAV; il TAV o la TAV, anche la declinazione dell’articolo tradisce l’orientamento e immediatamente stimola reazioni. Da oltre un decennio la questione TAV ha occupato le cronache dei giornali in relazione alla protesta dura che quest’opera ha scatenato, complice una cattiva comunicazione ed una mancante capacità di affiancare la progettazione con un percorso...

Read More

PER ISCRIVERSI AD IN/Arch

Da quest’anno per favorire l’obiettivo di aumentare la base di adesione e promuovere le attività, IN/Arch ha deciso di essere più vicino ai propri iscritti riducendo del 70% la quota ordinaria di iscrizione (persone fisiche) e non aumentando le quote per i soci sostenitori, associazioni, imprese e aziende, organizzazioni di categoria. E’ una scelta difficile ma che prende atto della lunga crisi del settore e della necessità di fare squadra; una scelta che chiede maggior impegno ai propri organismi dirigenti che da statuto operano solo su base volontaria; una scelta che punta ad ampliare la rappresentanza e la voce...

Read More
  • 1
  • 2

Commenti recenti

    Iscrizione newsletter

    Iscriviti alla Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter

    Per essere costantemente aggiornato sulle iniziative di IN/Arch Piemonte 

     

    Iscrizione completata!