L’architettura nel cinema: “Ex machina”

È compito particolarmente arduo riuscire a parlare di architetture (location) utilizzate come set per girare film. Non sempre sono rintracciabili, essendo le più frutto di scenografie parziali, costruite in studio. Quindi difficilmente rivedibili e memorizzabili, se non attraverso il film stesso. A volte è semplicemente impossibile. Però quando coincidono esattamente con realtà esistenti – a maggior ragione se poco conosciute – tutto diventa più facile: doveroso segnalarle per suggerire di andare a vederle di persona. È il caso di un hotel che vale un viaggio in Norvegia. Per gli amanti del vivere immersi nella natura incontaminata ma anche nell’assoluta...

Read More